e-vai_carsharing_lombardia

#GGDBrescia5: da Milano a Brescia con e-vai, il primo car sharing ecologico lombardo

Abbiamo organizzato l’evento di giovedì sera al meglio e mancano solo gli ultimi dettagli per l’inizio della nostra quinta cena. Fra le collaborazioni più interessanti per questo quinto evento quella che abbiamo avuto l’occasione di stabilire con «e-vai»: il primo car sharing ecologico lombardo.

Da alcuni anni la mobilità sostenibile nel tessuto urbano, soprattutto per le più grandi città italiane, è diventata un argomento prioritario. In città come Milano, Torino, Roma (come in tutta Europa) esiste la possibilità di condividere l’utilizzo di un mezzo di trasporto auto e abbattere in questo modo l’aumento dei veicoli procapite.

«e-vai» è un servizio che segue questa filosofia e dimostra che l’utilizzo di un’auto in car sharing sostituisce mediamente sei autovetture private. Si tratta inoltre dell’unico servizio di green mobility regionale integrato con il servizio ferroviario Trenord e diffuso quasi in tutta la regione Lombardia  –  anche in città come Bergamo, Pavia, Como e Varese potete controllare tutte le stazioni qui – e utilizza in larga maggioranza auto elettriche come efficace scelta alternativa ecologica e non inquinante.

In collaborazione con «e-vai» partiranno giovedì pomeriggio da Milano due delle nostre ospiti della serata e arriveranno fino alla location a Brescia. Durante l’evento potrete quindi riconoscere l’auto in car sharing utilizzata che sarà un ospite come noi della serata ;)

 

e-vai_carsharing_lombardia

 

Sul sito di «e-vai» avete la possibilità di iscrivervi gratuitamente e poi gestire il proprio noleggio nel momento in cui decidete di prenotare il servizio, il ritiro e la riconsegna dell’auto avviene in modo molto pratico tramite sms e nelle stazioni sono presenti i punti di ricarica per i veicoli elettrici.

Una soluzione utile e ecologica anche per chi si muove su distanze più lunghe in Lombardia e usa spesso il treno!

Seguite le promozioni sul sito www.e-vai.com e sulla pagina Facebook 

 

IMG_7242_1600

#GGDBrescia5: una pioggia di colore con CacoDesign

cacodesign

Caco Design è un’azienda tutta al femminile che nasce nel 2009 dal sogno, diventato poi realtà, di Maria Chiara Allegri e Giuliana Archetti: creare, disegnare e giocare di fantasia trovando sempre il tempo per svolgere il loro compito principale: essere mamme di Camilla e Niccolò.

Proprio dai loro due nomi prende forma il naming del brand CACO: CA-mi e CO-cò.

Amiche da sempre e colleghe per la vita, le due imprenditrici bresciane plasmano il plexiglas ed altri materiali ricercati con la forma di due bimbi, maschio e femmina che adornano braccialetti, orecchini, girocollo e altri accessori.
Elegante, giocoso, colorato e “terapeutico” un Caco personalizza l’outfit ed esalta l’umore e le emozioni di un momento particolare o perché no di tutti i giorni.

Un’attività nata quasi per gioco quando 6 anni fa Maria Chiara e Giuliana sono entrate nell’azienda che tutt’oggi produce le loro creazioni, chiedendo di realizzare due braccialetti con i loro schizzi. Da allora hanno commissionato loro quasi un milione di pezzi, segno che passione, determinazione e un pizzico di follia possono portare a grandi risultati.

IMG_7242_16000023 Porta Chiavi Cocò Verde AcidoGrazie alla collaborazione con questa azienda tutta bresciana i partecipanti alla #GGDBrescia5  troveranno nelle proprie welcome bag un simpatico prodotto CacoDesign e riceveranno un buono sconto per un acquisto sul loro e-commerce che sarà presto online.

Perché non c’è geek che non ami fare shopping online ;)

Seguite le novità di CacoDesign su Facebook e postate le foto del vostro Caco su Instagram!

miele_forni_vapore_02

#GGDBrescia5: food experience con gli elettrodomestici Miele

Miele-logo

A questo punto, lo sappiamo, starete pensando: speaker di altissimo livello, bellissima la location messa a disposizione da Cherubini Arredo, bollicine assicurate grazie ai vini Franciacorta di Contadi Castaldi… ma a questa #GGDBrescia5 non si mangia?

Tranquilli! Grazie agli elettrodomestici Miele e alla dimostrazione speciale curata da un loro Chef, anche questa volta parleremo di tecnologia a pance piene :)

Durante la serata ci sarà un cuoco che si occuperà della preparazione del buffet utilizzando esclusivamente elettrodomestici Miele, dimostrando la versatilità delle preparazioni possibili, in particolare con l’innovativo forno a vapore.

miele_forni_vapore_01

Sappiamo che quando si cuociono tradizionalmente gli alimenti nell’acqua, per il processo di diluizione, le sostanze nutritive idrosolubili come vitamine, sali minerali e microelementi generalmente vanno persi. Il vapore è la miglior tecnica di cottura per la conservazione delle sostanze nutritive come la vitamina C (fino al 50% in più rispetto alla cottura in acqua), sali minerali e oligoelementi: per questo Miele ha sviluppato una tecnologia dedicata ad un’innovativa linea di elettrodomestici: i forni a vapore.

miele_forni_vapore_02

Dai singoli contorni alla cottura contemporanea di più portate, i forni a vapore Miele si prestano per moltissime applicazioni tra cui anche scongelare, riscaldare, scottare, preparare conserve, estrarre succhi e perfino disinfettare… e durante la nostra Girl Geek Dinner di giovedì 19 giugno avremo modo di vederli all’opera e di assaggiare alcune preparazioni!

Vedremo in funzione l’esclusivo sistema MultiSteam di Miele che genera il vapore al di fuori del vano cottura per poi immetterlo in modo modulato affinché avvolga gli alimenti con delicatezza e omogeneità. Con la cottura a vapore si mantengono meglio anche il sapore, la forma, il colore e la consistenza degli alimenti e le preparazioni possono avvenire senza l’aggiunta di grassi, sale o spezie, contribuendo pienamente ad una dieta sana e gustosa.

combo_ricetta_forno_vapore_miele

Il vapore  infatti rimuove l’ossigeno dal vano cottura evitando l’ossidazione così da preservare al massimo colori, aromi e vitamine degli alimenti. Il forno a vapore risponde appieno alle moderne esigenze di un’alimentazione sana ed equilibrata, senza rinunciare al gusto e al piacere della buona cucina.

Vi è venuta voglia di assaggiare? Non dimenticate che giovedì 12 giugno aprono le iscrizioni alla #GGDBrescia5!

contadi_castaldi_flute_vino

#GGDBrescia5: una serata in compagnia della cantina Contadi Castaldi

Vi abbiamo già dato le prime anticipazioni per la prossima cena che stiamo organizzando: avremo una location speciale a pochi passi dal centro di Brescia e sei speaker di livello nazionale che ci aiuteranno ad approfondire il tema della serata.
Ma una cena GGDBrescia che si rispetti ha sempre la presenza di sponsor e partner che ci permettono di condividere con voi l’atmosfera dell’incontro nel migliore dei modi.

Per il 19 giugno abbiamo la grande possibilità di collaborare con la Cantina Contadi Castaldi che sarà il partner beverage della serata: una scelta che ci sta molto a cuore perché si tratta di una realtà locale, giovane, con una ferma passione per la cultura del vino – chiaramente – e del territorio.

contadi_castaldi_marchio      contadi_castaldi_saten_millesimato copy

contadi_castaldi_flute_vino

Contadi Castaldi nasce nel 1987 in Franciacorta. Il progetto prende vita dall’attività imprenditoriale del gruppo Terra Moretti e dalla volontà del suo fondatore, Vittorio Moretti, che riconosce la forte vocazionalità di questo territorio: un investimento che gli ha permesso di diventare leader nella produzione di una tipologia particolare di Franciacorta, il Satèn.

Con una produzione annuale di oltre 900.000 bottiglie l’azienda raccoglie e vinifica le migliori uve provenienti da oltre 130 ettari vitati situati nei comuni che un tempo corrispondevano alle “contee” di Franciacorta, denominate “contadi” e governate dai “castaldi”, i signori delle antiche terre. Di qui il nome Contadi Castaldi.

La sede principale della cantina è ora ad Adro, nel centro della Franciacorta, vicino al lago di Iseo e riferimento per questo universo straordinario di vigne. Fra i vitigni specifici che Contadi Castaldi coltiva ci sono chardonnay, pinot nero e pinot bianco.

La storia dell’azienda non si racchiude solo nella specificità e nel percorso di questi anni ma anche nell’appartenenza alla terra bresciana: come la scelta di ristrutturare una fornace all’interno della proprietà e costruire lì una delle cantine dove i vini Contadi Castaldi riposano e si arricchiscono o nella volontà di portare avanti il marchio “come in famiglia” dove la tradizione italiana si riconosce nelle persone, nei produttori e nella scelta di chef, enologi e collaboratori che stanno facendo grande questo nome.

Noi non vediamo l’ora di assaggiare le proposte che porteranno alla #GGDBrescia5 ed essere accompagnati in una serata ricca di sorprese e… bollicine!

 

contadi_castaldi_tenuta_franciacorta

 

contadi_castaldi_fornace_biasca

 

contadi_castaldi_persone_vino

 

Per scoprire meglio il mondo Contadi Castaldi:
Sito web www.contadicastaldi.it
Facebook facebook.com/Contadi
Twitter twitter.com/contadicastaldi

 

#GGDBrescia4: condividiamo il nostro grazie!

Se dovessimo valutare la Sharing Economy sulla base della riuscita della #GGDBrescia4… diremmo che è un modello che funziona davvero alla grande :)

Insomma una Girl Geek Dinner non è certo rappresentativa di un trend economico su scala globale, ma nel suo piccolo ha dimostrato che con un po’ di impegno da parte di tutti (e con l’aiuto della rete!) il risultato può essere addirittura sorprendente.

Un grazie va quindi a tutti voi che avete partecipato attivamente e calorosamente alla riuscita della serata.

Un grazie va agli speaker che hanno dato spessore agli approfondimenti, dandoci tanti punti di vista sul tema e tanti, tanti spunti su cui riflettere: grazie quindi ad Alessandra Farabegoli per la sua lucida analisi (ché non è tutto un peaceandlove!) , a Sarah Roy e a tutto il team di Airbnb, a Ivana Pais e alla sua simpatia, a Serena Danna nelle (s)comode vesti di “avvocato del diavolo” e infine al “piccolo principe” Luca Sartoni.

Un grazie agli sponsor che hanno reso possibile la serata: Ecoeurovet che ha contribuito con piatti, posate, bicchieri, tovaglioli e contenitori take away alla riuscita del buffet, Piccolo Vegs For Pots che ha dato ad ognuno la possibilità di cimentarsi in un piccolo orto domestico, Hoepli che ha messo a disposizione diverse copie del libro “Collaboriamo!” di Marta Mainieri.

Un grazie va a Talent Garden e all’ospitalità dei suoi abitanti, in particolare a Cristina che è stata preziosa.

Un grazie a Flaminia e Nicol, le nostre aiutanti sempre disponibili e bravissime.

Un grazie (stragrazie!) va infine a Milo Soardi, ideatrice del tema della serata e che purtroppo non ha potuto assistere al suo successo: ci sei mancata :)

A presto!